Logo della Croce Rossa
Chi siamo Dove siamo Guest Book Contattaci
Cast delle opere



               

 

                   432 HZ    IL   LA  VERDIANO

 

 

Il suono,in tutti i periodi storici , è stato riconosciuto anche come MUSICOTERAPIA .

 La causa della malattia, è sempre un modello di energia NON armonico e il suono ha la capacità di introdurre energia, aumentare e correggere le vibrazioni ENTRARE IN SINTONIA con la natura.

 La frequenza 432, è alla base di tutta la creazione e tutte le altre frequenze in Natura, le ruotano intorno.

Gli egiziani ed altre antiche civiltà, avevano avanzati strumenti musicali accordati alla frequenza 432.

 Nel 1859, il governo francese, sotto l’influenza di una commissione di compositori sostenitori del belcanto, uniformò per legge il la a 435 hertz, intonazione tra le più basse del periodo.

In seguito, nel 1884, il governo italiano emise un decreto per la normalizzazione del diapason a 432 vibrazioni per secondo, normalizzazione richiesta da Giuseppe Verdi e altri musicisti italiani riuniti al congresso di Milano nel 1881.

   In una lettera alla commissione  musicale del Governo, riportata nel decreto, Verdi scrisse:  «Fin da quando venne adottato in Francia il diapason normale, io consigliai venisse seguito l’esempio anche da noi; e domandai formalmente alle orchestre di diverse città d’Italia, fra le altre a quella della Scala, di abbassare il corista uniformandosi al normale francese. Se la Commissione musicale istituita dal

nostro Governo crede, per esigenze matematiche, di ridurre le 435 vibrazioni

del corista francese in 432, la differenza è così piccola, quasi impercettibile

 all’orecchio, ch’io aderisco di buon grado. Sarebbe grave, gravissimo errore

 adottare, come viene da Roma proposto, un diapason di 450.

 (Giuseppe Verdi si rifiutò di dirigere una sua opera, la Forza del Destino, a Napoli perché l'orchestra era accordata al La=450, come lo è in molti teatri lirici odierni, ad esempio Salisburgo, Berlino e Firenze,...." )

 Io pure sono d’opinione con lei che l’abbassamento del corista non toglie nulla alla

 sonorità ed al brio dell’esecuzione; ma dà al contrario qualche cosa di più nobile, di

 più pieno e maestoso che non potrebbero dare gli strilli di un corista troppo acuto.

 Per parte mia vorrei che un solo corista venisse adottato in tutto il mondo

 musicale. La lingua musicale è universale: perché dunque la nota che ha

 nome la a Parigi o a Milano dovrebbe diventare un si bemolle a Roma?

 Ma la scuola tedesca prenderà il sopravvento e Wagner, Schumann, Brahms avranno la meglio imponendo di fatto il diapson a 440 hz ed oggi alcuni lo innalzano ancora sino a 442. 

 Nel 1939, il ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels, notò che la frequenza 440 trasmetteva una forma di aggressività maggiore nei soldati. Così tutti gli strumenti modificarono da lì in poi, la loro accordatura a quella frequenza, anche in forza della supremazia Tedesca di quel periodo.

La frequenza 440, limita il modo di pensare e di sentire delle persone, non basandosi sul suono della natura ma su uno artificiale dato dall'uomo per propria convenienza in un determinato periodo storico.

il 20 luglio 1988 su iniziativa dei senatori BOGGIO,MEZZAPESA,CAPPELLI,AZZARA' fu ripresentato un disegno di legge al Senato della Repubblica senza esito conclusivo pratico. 

 La musica a 432 Hz, favorisce la sincronizzazione cerebrale, il rilassamento, l’intuito.

 E’ efficace in caso di ansia, stress ed insonnia. Stimola la produzione di serotonina e riduce gli sbalzi d’umore.

 


 

 I recettori della serotonina sono il bersaglio di una varietà di farmaci e sostanze stupefacenti, tra cui molti antidepressivi, antipsicotici, anoressizzanti, e allucinogeni. Cosa di meglio che utilizzare la MUSICOTERAPIA per aumentare la SEROTININA invece che dei farmaci ?

 Dà sollievo e benessere a tutto il corpo, è in una parola, RIGENERANTE , OSSIA TERAPEUTICA.

 Famosa ricercatrice sulla fisica del suono , Maria Renold,ha rilevato più di una volta, che attraverso la normale intonazione standard basata su un LA a 440 Hz, gli ascoltatori presenti nella stanza cominciavano ad assumere comportamenti polemici e antisociali.

  Quando invece l’intonazione del medesimo strumento veniva eseguita 432 Hz, le stesse persone, nuovamente invitate ad ascoltare il medesimo concerto, rimanevano questa volta piacevolmente colpiti ed entusiasti. 

Per oltre vent’anni la Renold ha avuto modo di constatare queste evidenze, intervistando e testando più di duemila persone, e oltre il 90% preferiva a priori il tono più basso, formato da una normale scala equo-temporale basata su un DO a 256 Hz e un LA a 432 Hz

Altra considerazione: Il DO centrale del pianoforte intonato sul LA a 440 hz è 261,626 Hz mentre lo stesso DO intonato sul LA a 432 Hz è 256 Hz che è multiplo di 8 (x 32 = 256)  che è la frequenza base della Terra. Ciò DERIVA ANCHE DAGLI STUDI DI PITAGORA

 

 Da qui la necessità che ci dobbiamo abituare ad ascoltare la musica a 432 e ricostruire il ns. archivio musicale su tale frequenza, ne ricaveremo dei benefici sia sulla ns. salute che sulla ns. psiche.

 E' come se l'agricoltura abbandonasse in un solo colpo i pesticidi, i metodi transgenici e tutto quanto l'uomo ha inventato, costruito, sviluppato nei secoli , in contrasto con la natura od a volte contro la natura.

L' Istituto Schiller si è prodigato dal 1988 per il ripristino del LA VERDIANO

(https://en.wikipedia.org/wiki/Schiller_Institute)

 Cimatica : la nuova scienza, che studia le onde e i suoni che creano forme geometriche armoniose

http://www.youtube.com/watch?v=GtiSCBXbHAg

 Lo Spirito crea attraverso il Verbo che si manifesta attraverso il Suono = Linguaggio
http://www.mednat.org/new_scienza/cimatica.htm

 

Reazioni nucleari da ultrasuoni: reazioni piezonucleari. http://www.metamorfosi-aliene.it/argomenti-scientifici/la-scienza-oltre-il-velo-di-maya/la-scienza-oltre-il-velo-di-maya/273-reazioni-nucleari-da-ultrasuoni-reazioni-piezonucleari.html#ixzz2iduZuKEf

 Il catalogo che qui vi propongo sono musiche da me registrate tra il 1985 ed il 2010 con il diapson a 432 HZ, mentre tutte le altre esistenti in commerico a 441 possono trasformarsi (previo adeguato trattamento) in 432 HZ, operazione che verrà fatta su richiesta ai ns. studi specializzati,ed in relazione alla quantità richiesta avrà un costo in diminuzione.

 


 

Costi su richiesta in relazione alla quantità.

 



 



 

Solisti, direttori, registi
Biografie
Compositori, foto Catalogo Prime mondiali uniche [2]

Silvano Frontalini

CURRICULUM di Silvano Frontalini

(da Wikipedia, l'enciclopedia libera)

Silvano Frontalini è un direttore d'orchestra italiano, considerato uno specialista delle riscoperte musicali inedite. È stato direttore artistico del Premio Ancona presieduto da Goffredo Petrassi, dal 1978 al 1986 e, assieme al baritono Aldo Protti, del Verdianeum Festival di Roncole Verdi (Parma).

Diplomatosi in Italia in strumentazione, composizione e direzione, Frontalini ha seguito corsi di perfezionamento di direzione d'orchestra tra i quali segnaliamo il corso tenuto da Sergiu Celibidache a Trier in Germania nel 1978. Ha diretto in Europa, Giappone e Stati Uniti, insegnando fino al 1986 al conservatorio "Gioacchino Rossini" di Pesaro e tenendo corsi di perfezionamento in Spagna.

Oltre al repertorio sinfonico, Frontalini ha diretto in carriera la rappresentazione di numerose opere liriche italiane e straniere curando anche la produzione sinfonica inedita di autori italiani, nel quadro di un'attività di recupero di composizioni del passato.

Frontalini ha registrato, oltre che per quelle italiane, per le radio e le televisioni di Norvegia, Romania, Repubblica Ceca e Polonia. Ha inciso oltre cento cd, la maggior parte dei quali in prima registrazione mondiale.

Attività

CORSI DI PERFEZIONAMENTO (docente)

  • 1976 - Bilbao (Spagna), analisi musicale
  • 1979 - Conservatorio G.Rossini, Pesaro (nuova grafia musicale contemporanea)

CORSI DI PERFEZIONAMENTO (allievo)

  • 1971 - Ravello - Direzione di Orchestra (P.Colombo - M.Pradella)
  • 1978 - TRIER (Germania) direzione di orchestra SERGIU CELIBIDACHE
  • 1979 - Montecchio Maggiore (VI) - Villa Cordellina Lombardi. Corso di Composizione - A.Danielou

REGISTRAZIONI DISCOGRAFICHE

RIPRESE TELEVISIVE

  • 1983 - Opera Nazionale G.Enescu di Bucarest - sala Atheneum. Ripresa TV nazionale Romena (G.Rossini)
  • 1984 - Opera Lirica di Cracovia - TV Polacca (autori vari)
  • Alcuni passaggi su TG1 quali annunci e/o recensioni di spettacoli lirici tenuti in Italia

REGISTRAZIONI e trasmissioni RADIOFONICHE

  • 1980 - Radio Cecoslovacca di BRNO (L.Cherubini)
  • 1982 - Radio Nazionale di Bucarest (G.Rossini)
  • 1983 - Radio Norvegese di Trondheim (autori vari italiani)
  • 1988 - Radio Nazionale della Comunità Francese di Bruxells (G.Donizetti)
  • 1994 - RAI TRE - 4 puntate settimanali su SILVANO FRONTALINI 'una giovane promessa'
  • Innumerevoli trasmissioni radiofoniche su: prime registrazioni mondiali di SILVANO FRONTALINI

Attività svolta aggiornata sino al 2006:

concerti orchestra da camera [45] Concerti sinfonici [105] Concerti sinfonici corali [125] Opere Liriche [763] Balletti [20]

  • 1986 - Orchestra Filarmonica di Olsztyn (Polonia) -EXCELSIOR [1]
  • 1993 - Opera Nazionale Moldava - Chisinau - COPPELLA [6]
  • 1994 - Opera Nazionale Moldava - Chisinau - ROMEO E GIULIETTA [7]
  • 1995 - Opera Lirica Ucraina di Donetsk - IL LAGO DEI CIGNI [4]
  • 1996 - Opera Nazionale Moldava - Schiaccianoci [2]

Registrazioni radiofoniche 6
Registrazioni televisive 16
Trasmissioni radiofoniche 5

REGISTRAZIONI IN LP, CD 102 (vedi discografia)

opere liriche dirette e numero recite:

G.VERDI

  • LA TRAVIATA [96]
  • UN BALLO IN MASCHERA [15]
  • AIDA [55]
  • OTELLO [19]
  • IL TROVATORE [65]
  • NABUCCO [120]
  • LA FORZA DEL DESTINO [25]
  • RIGOLETTO [29]
  • MACBETH [3]

G.PUCCINI

  • TOSCA [86]
  • LA BOHEME [64]
  • TURANDOT [29]
  • M.BUTTERFLY [48]

P.MASCAGNI

  • CAVALLERIA RUSTICANA [53]

R.LEONCAVALLO

  • PAGLIACCI [18]
  • ZAZA’ [1]
  • CHATTERTHON [2]

G.DONIZETTI

  • LUCIA DI LAMMERMOOR [15]
  • DON PASQUALE [9]

P.J.TCHAIKOWSKY

  • E.ONIEGIN [4]

W.A.MOZART

  • IL RATTO DAL SERRAGLIO [1]

U.GIORDANO

  • A.CHENIER [1]

A.PONCHIELLI

  • I Promessi Sposi (2)
  • Il Figliuol Prodigo (1)
  • I Mori di Valenza (1)

A.CATALANI - La Falce (1)

P.FLORIDIA -  Maruzza (1)


Presente come direttore di orchestra nei seguenti STATI ESTERI: 
 
ROMANIA, BULGARIA, CECOSLOVACCHIA, UNGHERIA, POLONIA, LITUANIA, LETTONIA, ESTONIA, RUSSIA, BIELORUSSIA, MOLDAVIA, UCRAINA, GIAPPONE, STATI UNITI D’AMERICA, CUBA, FRANCIA, SPAGNA, PORTOGALLO, GERMANIA, OLANDA, DANIMARCA, BELGIO, AUSTRIA, SVIZZERA, MALTA, MAROCCO

NEL 2009 INVITATO IN CINA

Diplomi conseguiti e studi musicali fatti

Frequenza biennale :

  • Scuola di Paleografia e Filologia Musicale a Cremona
  • Università degli studi di Parma
  • VII° corso di organo. Conservatorio “A.Casella”, L’Aquila
  • 1973 - Diploma di Trombone, Conservatorio  si Pesaro
  • 1974 - Diploma di Strumentazione, Conservatorio  de L’Aquila
  • 1976 - Diploma di Composizione, Conservatorio di Frosinone
  • 1977 - Diploma di Direzione d’orchestra, Conservatorio di Frosinone

docente: DANIELE PARIS

perfezionamento: SERGIU CELIBIDACHE

Docenze

Insegnamento effettuato sino al 1986

  • 1970: Istituto Musicale G.Spontini di Ascoli Piceno. Teoria Musicale, tempo indeterminato
  • 1972: Conservatorio D.Cimarosa, Avellino. Teoria Musicale, tempo indeterminato
  • 1974: Conservatorio G.Rossini, Pesaro. Strumentazione per Banda, di ruolo
  • 1986: [dimissioni volontarie dall’insegnamento]

recensioni

PAOLO PETRONIO - monografia su A.S.  LE OPERE DI ANTONIO SMAREGLIA,  Trieste Edizioni Italo Svevo - 2004,  alla voce discografia su Silvano Frontalini:

"...negli anni 90 la discografia Smaregliana si è arricchita con un CD singolo,sempe dovuto alla benemerita casa Bongiovanni (gb2142-2).
"Si tratta di una antologia di pagine sinfoniche del compositore, realizzata dal direttore SF. Frontalini si è specializzato negli ultimi anni in esecuzioni musicologiche, di riscoperta di musiche ed autori poco noti o dimenticati.   Quanto questo direttore ha fatto per la cultura musicale italiana, e quanto sia meritevole per questo, è qui difficile da potersi dire.   Frontalini dimostra che in un epoca dove tutto sembra votato solo al successo ad ogni costo e con il minor sforzo possibile con interpreti che si impegnano solo con autori e di sicura presa sul pubblico, si può ancora "far musica" con autentico impegno e passione; anche perchè  quasi sempre questi autori sconosciuti poi si rivelano molto belli e pienamente accettabili dai pubblici. 
"Fra le varie incisioni di rarità riscoperte da Frontalini, vanno citate le riscoperte di Bottesini, di Ponchielli e sopratutto di Catalani,con i suoi brani sinfonici meno noti e brani orchestrali delle  opere meno eseguite. Nel CD Smaregliano Frontalini dirige l'Orchestra Sinfonica Lituana di Vilnius con la partecipazione, lo slancio e passione.   Considerando la qualità della registrazione, e la scelta dei brani che spazia sull'intero periodo creativo del compositore, a questo disco spetta oggi il rango di essere la migliore incisione esistente di musiche di Smareglia. ... la ouverture dell'Oceana realizzata con grande impegno, slancio  e cura di particolari. Un disco di pregevole qualità, che fa onore sia all'impegno di ricerca del Frontalini, sia all'impegno culturale della Casa Bongiovanni."

Il direttore SILVANO FRONTALINI, in forza della sua consoliata esperienza e specializzazione, è disponibile a produrre opere liriche od musiche orchestrali di autori inediti, su commissione.

DISCOGRAFIA

ampia produzione discografica (incompleta) del direttore Frontalini

(clicca per accedervi)

2 RONCOLE FESTIVAL







biografie
«indietro
'


Sito realizzato con Easytop2